Attività diverse, stessa tematica: La complessità delle relazioni nell’era digitale

Home / News / Attività diverse, stessa tematica: La complessità delle relazioni nell’era digitale

Che tipo di comunicazione è diffusa tra i giovanissimi? Come si costruiscono le relazioni sociali? Cos’è pubblico e cos’è privato? Come cambia la vita affettiva quotidiana nell’era dei social? Domande alle quali non è facile dare una risposta ma che esigono di essere affrontate dal mondo dell’educazione e della scuola. Su queste tematiche c’è un “fil rouge” quest’anno al Vittoria, che va dai laboratori sulle “affettività connesse” agli incontri con esperti in comunicazione, alla lettura di libri che fanno riflettere sulla “Second life” portata avanti nei social, che è,oggi, la forma di vita più importante per la maggioranza dei ragazzi.

Il 22 febbraio, nell’ambito del Progetto “Incontri con gli autori” a cura del prof. De Benedetti, il Liceo Vittoria ha ospitato la presentazione del libro“Tienilo acceso. Posta, commenta e condividi senza spegnere il cervello” alla presenza dei due autori, Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Un libro che ci invita a prendere coscienza dell’importanza delle nostre parole e in generale del nostro agire online, le cui conseguenze si ripercuotono anche sulla vita reale. Secondo gli autori, dobbiamo abituarci al fatto che ormai non esiste una distinzione tra vita online e offline e che tutti gli ambiti della nostra vita – lavoro, relazioni sociali, svaghi – viaggiano su entrambi i canali. Particolare attenzione è stata dedicata alla fenomenologia dell’odio online, alle tracce della nostra vita che lasciamo in rete e al fatto che l’immagine che proiettiamo sui social network è uno specchio della nostra personalità molto più fedele di quanto pensiamo. Al termine della presentazione, molto apprezzata dagli studenti, si è svolto un breve dibattito, in cui alcuni ragazzi hanno raccontato le loro esperienze ed esposto le loro considerazioni sui temi sollevati in precedenza.

Il “fil rouge” sulla “Second life” continuerà fino al mese di maggio, quando avrà luogo un ultimo incontro delle psicologhe Paola Borgarello e Luisa Sale con le classi del biennio e con le classi quarte”