Le prime alla scoperta delle meraviglie del Santuario Pelagos

Home / News / Le prime alla scoperta delle meraviglie del Santuario Pelagos

Il Santuario Pelagos è una zona marina protetta di quasi 90.000 km², nasce negli anni Novanta da un accordo tra Italia, Principato di Monaco e Francia per la protezione e la salvaguardia dei mammiferi marini che lo frequentano. Gli studenti della 1a ACD e della 1a Quadriennale hanno concluso il programma di Scienze con un’ uscita organizzata di Whale Watching presso il Santuario Pelagos, con partenza da Genova, domenica 2 giugno, accompagnati dalle docenti di Scienze Elena Fioretti e Carlotta Piazza. L’obiettivo dell’escursione era di mettere in pratica le nozioni apprese durante le lezioni teoriche svolte in classe, ma, soprattutto, di ammirare lo spettacolo naturale del nostro mare e le affascinanti creature che lo abitano. Grazie alla presenza di canyon sottomarini e fenomeni di upwelling, il Santuario vanta un’elevata biodiversità che rende notevole l’interesse scientifico, socio-economico, culturale ed educativo per questo ecosistema. La giornata si preannunciava interessante: mare calmo, sole, non un alito di vento, ovvero, condizioni meteo-marittime ottime per l’avvistamento. Infatti, appena usciti dal porto, a circa 7 miglia, abbiamo fatto il primo avvistamento: un gruppo di 4 esemplari di zifio (Ziphius cavirostris), specie molto schiva, in grado di rimanere in immersione anche per 40 minuti. Abbiamo, poi, incontrato 3 gruppi di stenelle (Stenella coeruleoalba) che hanno iniziato a giocare con le onde della barca e ci hanno regalato uno spettacolo fatto di salti, tuffi e volteggi lasciando tutti a bocca aperta. Proseguendo, abbiamo avvistato ancora uno zifio solitario che, inaspettatamente, data la natura schiva, ci ha permesso di avvicinarci per ammirare la sua strana bellezza. Poco distante un pesce luna (Mola mola) solitario ci ha accompagnati per un breve tratto, nuotando in superficie vicino alla barca. Sulla strada del ritorno altri 2 gruppi di stenelle, con la sorprendente presenza dei cuccioli nati da poche settimane, ci hanno salutati, regalandoci ancora uno spettacolo di acrobazie senza eguali. I ragazzi hanno anche notato la presenza di molti invertebrati come le Barchette di San Pietro (Velella velella) e diverse meduse. Tutti erano meravigliati, entusiasti ed increduli di fronte alle meraviglie del nostro mare. La barca di Whale Watching è anche attiva nel ripulire il nostro mare dalla ormai onnipresente plastica: durante l’attesa per la riemersione del primo gruppo di zifi, lo staff ha provveduto a rimuovere dal mare dei palloncini di plastica che galleggiavano sulla superficie. Per tutta la durata dell’escursione, una guida esperta a bordo della barca ci ha spiegato in italiano ed in inglese quali specie stessimo incontrando, il loro comportamento e le curiosità.. Le foto e i video, opera degli studenti, non solo testimoniano la grande bellezza del mondo marino ma anche la passione e l’entusiasmo suscitati da questa esperienza davvero unica.