L’INDIMENTICABILE VIAGGIO DELLA 5A TRA FIRENZE E ROMA

Home / News / L’INDIMENTICABILE VIAGGIO DELLA 5A TRA FIRENZE E ROMA

 

4/8 DICEMBRE 2019

Quando sento che mi prende la depressione, torno a Firenze a guardare la cupola del Brunelleschi: se il genio dell’uomo è arrivato a tanto, allora anche io posso e devo provare a creare, agire, vivere.
(Franco Zeffirelli)

Possis nihil Urbe Roma videre maius. (Tu non potresti vedere nulla maggior di Roma)
(Orazio, Carmen Saeculare, 11,12)

Dal 4 all’8 dicembre la 5 A, con i professori Silvia Campagnoli e Camillo Novellino, ha fatto lo “storico” viaggio delle quinte alla “riscoperta della bellezza”: la bellezza ineguagliabile di due tra le più affascinanti città del mondo, Firenze e Roma; la bellezza di partecipare a eventi importanti, come l’incontro di educazione economico finanziaria con il governatore della Banca Centrale Spagnola, Pablo Hernandez de Cos e di assistere al voto di fiducia sul decreto fiscale alla Camera dei Deputati. Ma anche la bellezza dello stare insieme, compagni e professori, al di fuori della scuola, con il piacere di conversare tra amici che si capiscono e si vogliono bene. La prima tappa è stata Firenze, dove, in uno spazio circoscritto si susseguono chiese di straordinaria bellezza, musei e collezioni d’arte, giardini storici, piazze, strade, palazzi antichi: Firenze, un “museo diffuso”, non un semplice contenitore di opere d’arte, ma un’opera d’arte essa stessa” E, a completamento di tante suggestioni, non è mancata la partecipazione alla celebrazione del quindicesimo anniversario del progetto Young Factor, nel bel teatro liberty Odeon, dove Edoardo ( Dodo) portavoce della classe, ha domandato a Pablo Hernandez de Cos la sua opinione sulla tenuta delle esportazioni francesi e italiane se Trump mettesse in atto le sue minacce di dazi e “gabelle”. La lunga risposta ha spaziato dalla storia del protezionismo ai danni arrecati dal medesimo. Per il resoconto dell intervento di Pablo Hernandez de Cos sui temi economici più attuali rimandiamo a http://www.ilsole24ore.com/art/governatore-banca-spagna-riforma-mes-essenziale-l-europa-ACQnaO3

E dopo Firenze, Roma, secondo noi della 5 A la città più bella del mondo. Appena arrivati, giusto il tempo di cambiarci, e poi di corsa a Montecitorio, dove la Camera ha votato la fiducia posta dal Governo . sul decreto fiscale con 310 voti a favore e 199 contrari, poi Piazza di Spagna e Fontana di Trevi; e nei giorni successivi: San Pietro e Città del Vaticano, Piazza Navona e il Pantheon, l’Ara Pacis, il Colosseo e i Fori romani, il Quirinale e Palazzo Madama. E non ci siamo persi una divertente serata a teatro e una mostra su Bacon e Freud. E’ stato un viaggio meraviglioso, solo un po’ velato dalla malinconia di sapere che questo è stato,forse, l’ultimo dei tanti viaggi fatti insieme, per alcuni di noi, fin dalla prima.

Sofia Castelli, Matilde Provera