News

Home / Archive by category "News"
Successo degli studenti del Vittoria alla campestre studentesca

Successo degli studenti del Vittoria alla campestre studentesca

Venerdì 7 dicembre una rappresentanza degli alunni del Vittoria ha partecipato alla manifestazione comunale di corsa campestre svoltasi al Parco della Pellerina. i ragazzi della categoria Juniores maschile si sono classificati alla fase provinciale che si svolgerà il 18/12/2018. I primi 5 classificati prenderanno parte alla seconda fase. Hanno partecipato: Categoria Allievi: Casetta Alberto, Zenerdin Edoardo, Pirlo Nicolò, Vitali Mattia, Gariglio Filippo, Torrero Carlo. Categoria Allieve: Caforio Gaia, Pisanti Marcella, Maccioni Alessandra, Moniaci Martina, Volpe Arianna. Categoria Juniores F: Gugliermetto Gaia. Categoria Juniores M: Francia Giovanni, Serra Leonardo, Gaetani Giulio, Sorano Alessio, Folchitto Jacopo, Vigo Edoardo, Libri Alessandro. Il Liceo Vittoria si è classificato XII sui 22 istituti che han partecipato alla manifestazione. Ottimo risultato!

Laboratori di lingua e cultura spagnola per tutti

Laboratori di lingua e cultura spagnola per tutti

Nella mattinata di giovedì 22 novembre, gli studenti del Vittoria (Liceo Linguistico Europeo e International School) hanno partecipato numerosi a un ciclo di laboratori di lingua e cultura spagnola. L’aula magna della nostra scuola ha ospitato, per il secondo anno consecutivo, ben 5 laboratori tenuti dal professore Enrique Garrido, docente madrelingua dell’Instituto San Fernando. Abbiamo colto l’occasione per coinvolgere anche i nostri studenti della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici e della Laurea Magistrale in Interpretariato e Traduzione, che si sono esercitati nell’interpretazione simultanea in cabina muta durante gli incontri.

La mattinata è iniziata con un laboratorio dedicato ai più grandi sul patrimonio storico come risorsa economica. In seguito, i ragazzi di prima hanno partecipato a un incontro intitolato Fiestas y tradiciones. In piccoli gruppi e partendo da una serie di fotografie fornite dal docente, gli studenti si sono avvicinati alle feste spagnole più importanti e hanno scoperto il significato di parole come chupinazo o ninots.

Il terzo incontro (Aprende con arte) prevedeva che alcuni degli studenti diventassero pittori per un giorno e, seguendo le indicazioni in spagnolo fornite dai loro compagni, cercassero di rappresentare nero su bianco alcuni quadri di pittori famosi come Picasso, Goya, Velázquez o Miró.

El español por el mundo. Ecco il titolo del quarto laboratorio. Sulle note di Gloria Estefan, il professore Enrique Garrido ha fornito una panoramica sulla distribuzione geografica della seconda lingua più parlata al mondo.

Infine, per concludere in bellezza, abbiamo ripercorso insieme la storia della lingua spagnola nell’incontro dal titolo La evolución del español.

Ringraziamo l’Instituto San Fernando e, in particolare, il professore Enrique Garrido per l’opportunità, e speriamo di poter riaverli presto tra di noi.

Gli studenti della IV A a confronto con le Banche centrali europee

Gli studenti della IV A a confronto con le Banche centrali europee

Firenze, 22 novembre 2018

“L’ Italia ha messo da parte l’Europa o l’Europa ha messo da parte l’Italia?”. Questa la domanda di Alessandro Libri, IVA ai quattro governatori delle Banche centrali europee, saliti sul palco del cinema-teatro Odeon di Firenze per parlare con circa mille ragazzi da tutta Italia. L’appuntamento coincide con il lancio dell’edizione 2018-19 del progetto di educazione economico-finanziaria “Young Factor”, ovvero come parlare di economia con i giovani. Un’ iniziativa dell’Osservatorio Giovani-Editori, che con il suo presidente Andrea Ceccherini ha invitato, a colloquiare con gli studenti, il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, Klaas Knot, Presidente Banca d’Olanda, Jens Weidmann, Presidente Deutsche Bundesbank e Luis M. Linde, Governatore dal 2012 al giugno 2018 della Banca di Spagna. Moderatore l’editorialista del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli. “ Come vi spiegate – chiede Alessandro – che l’Italia sia stata fino a poco tempo fa uno dei Paesi più euroentusiasti mentre attualmente la maggioranza di governo sostiene politiche euroscettiche?” Risponde Visco, citando i recenti dati di un’inchiesta del Corriere della sera: “In Italia la fiducia nell’euro è aumentata di 12 punti rispetto allo scorso anno, siamo più o meno ai livelli della Francia. La stessa gente che ha mandato al governo due partiti euroscettici e populisti, perennemente in polemica con Bruxelles, non è più così scettica, questo significa che si sta cominciando a capire i benefici nell’avere una moneta comune”. Si è parlato di vento antieuropeista ma anche di molto altro con gli studenti, che hanno posto tante domande dalla platea: l’economia europea, l’inflazione, l’impatto delle nuove tecnologie sui mercati, l’ipotesi di un’uscita dell’Italia dall’Europa. Su questo tema Ignazio Visco ha affermato: “I costi dell’uscita di un Paese dall’Unione Europea sono enormi: le difficoltà del Regno Unito con il resto dell’Unione Europea mostrano quanto incidano i costi reali sull’economia reale, soprattutto in termini di tariffe dei beni importati ed esportati”. La risposta di Visco a Alessandro Libri, ripreso nel video che pubblichiamo più oltre, è rimbalzata su molti quotidiani italiani: https://cronachedi.it/2018/11/22/101296/ http://www.ilgiornale.it/news/politica/visco-bruxelles-non-ci-sono-burocrati-nemici-popolo-1606166.html https://www.corriere.it/economia/18_novembre_23/visco-bruxelles-non-ci-sono-burocrati-nemici-popolo-0a37b590-eeae-11e8-862e-eefe03127c3f.shtml https://www.lanazione.it/firenze/economia/andrea-ceccherini-osservatorio-giovani-editori-1.4307764

Per ritemprarsi dalle fatiche “economicopolitiche” la IV A , accompagnata dai proff. Rostagno e Siclari, ha dedicato la seconda giornata a Firenze a rilassanti passeggiate lungarno e alle imperdibili attrazioni di una delle città d’arte più belle del mondo.

A Firenze laboratori speciali di democrazia e di arte per la seconda AD

A Firenze laboratori speciali di democrazia e di arte per la seconda AD

Firenze, 8 novembre 2018 – Erano circa 800 gli studenti da tutta Italia riuniti al teatro Odeon per partecipare all’incontro con Laurene Powell, vedova di Steve Jobs, fondatrice di Emerson Collective, un’organizzazione statunitense che sostiene le politiche in materia di istruzione, giustizia sociale, riforme sull’ immigrazione e conservazione dell’ambiente.

La domanda degli studenti della seconda AD è tra le prime ad aprire il dibattito con la signora Powell Jobs, ospite d’eccezione dell’ Osservatorio Permanente Giovani-Editori: “Che cosa pensa signora Jobs dell’intenzione di abolire lo ius soli negli Stati Uniti (il diritto di cittadinanza per tutte le persone nate negli USA), recentemente manifestata dal Presidente Trump?” chiede Marta Montero, 2 A, portavoce di una questione discussa in classe anche a proposito della situazione italiana sul diritto di cittadinanza. La risposta della Jobs ripercorre quello che è stato il cuore dell’intervista appena rilasciata a Maria Latella: “Mi congratulo per la maturità di una domanda che non ci si aspetterebbe da dei teenagers. Il presidente (Donald Trump) usa la paura per spaventare le persone, per dividere, per alzare muri all’immigrazione, per far sì che il suo elettorato lo voti. Io sono figlia di Irlandesi immigrati e se non ci fosse stato lo ius soli certo non avrei potuto realizzare i miei progetti e i miei sogni. Se lo ius soli dovesse essere abolito ci saranno imponenti manifestazioni cui di certo parteciperò…. Credo che tutti gli studenti qui oggi debbano pensare a loro stessi come a un faro di luce: dovete pensare di essere il centro che deve attirare altre persone per realizzare una società più giusta. Voi avete il beneficio di essere in un progetto: “Il Quotidiano in classe”che vorrei importare negli USA, perché i nostri studenti avrebbero bisogno di un programma scolastico che aiuti ad avere una mente critica, a capire quelli che sono i fatti e quelle che sono falsa propaganda e fake news e a smascherarle“.                                

L’incontro con Laurene Powell Jobs si inserisce nell’ambito dei ‘Nuovi Incontri per il Futuro’, ciclo di appuntamenti pubblici dell’ Osservatorio Permanente Giovani- Editori, che da diversi anni riunisce i grandi leader del mondo dell’hi-tech della Silicon Valley e non solo. I nostri studenti hanno così avuto, in passato, l’occasione di dialogare con il presidente di Google Eric Schmidt, il fondatore di Whats App Jan Koum, il Ceo della Twenty Century Fox James Murdoch e il Ceo di Apple Tim Cook.

Diversi gli argomenti toccati dagli studenti nel corso del dibattito: la notizia della sparatoria a Thousand Oaks ha introdotto il tema delle armi nella discussione. “Sono inorridita, ritengo che sia veramente terribile che delle persone elette a livello di governo federale non rappresentino la maggioranza degli americani che vorrebbero delle leggi più severe sul controllo delle armi“, ha detto Powell Jobs, affermando che la gran parte degli statunitensi è contraria alle armi.”                           

 Dal canto suo Andrea Ceccherini, presidente dell’osservatorio Giovani-Editori, ha spiegato che “non si cresce con l’affronto, si cresce col confronto” e che “aprirsi alle ragioni dell’altro è un modo per andare più in fondo alle cose e per effettuare un vero esercizio democratico di cittadinanza“.

Alla prima giornata dedicata al ”laboratorio di democrazia” ha fatto seguito una seconda giornata dedicata al “laboratorio di arte”, sul tema “ Firenze, una città d’arte , o un’opera d’arte?” Alla difficile questione dovranno rispondere al rientro gli studenti,che sono stati guidati dai professori Gabriele Pazzi e Elisa Sanesi, attraverso un itinerario alla scoperta delle bellezze di un città che ha mantenuto inalterato il suo fascino e lo splendore dei suoi monumenti.

https://www.rainews.it/tgr/toscana/video/2018/11/tos-firenze-laureene-powell-jobs-studenti-osservatorio-giovani-editori-fe9cb04d-8607-4f5f-96d4-fbc35556267a.html

 

 

VIAGGIO STUDIO A MILANO PER LA LA PRIMA LICEO QUADRIENNALE

VIAGGIO STUDIO A MILANO PER LA LA PRIMA LICEO QUADRIENNALE

E’ stata una giornata impegnativa quella di mercoledì 24 ottobre a Milano per i “ primini” del Liceo quadriennale. Nella mattinata ha avuto luogo, presso l’ ITC Schiaparelli Gramsci, l’ incontro: “Inspire a generation” , organizzato dall’Osservatorio Giovani –Editori, per circa 300 studenti. Un incontro ricco di spunti e proposte da parte di giornalisti ( Corriere della sera, Sole24ore) e di esperti dell’informazione televisiva ( Sky Academy e Sky TG24). Si è discusso di informazione e di fake news: tanti spunti e proposte per non lasciarsi ingannare da informazioni false e fuorvianti e per imparare a distinguere le fonti attendibili delle notizie da quelle che ti propinano le “bufale”. Un giro in centro per una sosta in piazza del Duomo e uno spuntino e il pomeriggio dedicato alla visita del Museo della Scienza e della Tecnologia tra le “magiche” macchine di Leonardo , le aree dedicate all’alimentazione, alla fisica delle particelle e allo spazio e le collezioni dedicate ai trasporti, ai materiali, all’energia e alla comunicazione. Una giornata impegnativa ma utile “ to inspire a ganeration”.

GIORNATA DI ORIENTAMENTO – PROGETTO NAZIONI UNITE

GIORNATA DI ORIENTAMENTO – PROGETTO NAZIONI UNITE

Nell’ambito delle attività di orientamento alle scelte universitarie si svolgerà mercoledì 24 ottobre alle ore 11:30 nell ‘Aula Magna del Liceo un incontro con i rappresentanti di United Network, il principale ente italiano impegnato nell’organizzazione  di percorsi di oruentamento e formazione ispirati al perseguimento e alla promozione dei principi fondamentali delle Nazioni Unite.  Nel corso dell’incontro verranno illustrati agli studenti dell’ultimo anno del liceo europeo e del liceo internazionale  i percorsi formativi inerenti all’attività diplomatica che si svolge all’interno dell’organizzazione dell’ONU.

Esperienze di Scuola Lavoro e non solo nella città di Oscar Wilde

Esperienze di Scuola Lavoro e non solo nella città di Oscar Wilde

Accompagnati dalle professoresse Baracco e Palumbo, gli studenti delle terze sono da domenica 7 ottobre a Dublino, dove alternano alla visita della bellissima capitale della Repubblica irlandese, lezioni di lingua inglese, roleplay e attività mirate al mondo del lavoro, come la gestione del digital marketing nei musei. Una settimana intensa, ricca di stimolanti occasioni di formazione e di esperienze indimenticabili.

Settimana di training linguistico intensivo a Vichy

Settimana di training linguistico intensivo a Vichy

Le classi di Francese seconda e terza liceo, seconda IGCSE e seconda IB trascorreranno la settimana dal 18 al 24 settembre con un training intensivo a Vichy (Francia), accompagnati dalle professoresse Martinelli e Aubert. Gli studenti saranno ospitati in famiglia, frequenteranno la prestigiosa scuola di lingue CAVILAM, dell’Alliance Française, e avranno la possibilità di esplorare nuovi territori e cibi, e di partecipare a eventi culturali nel pomeriggio e in serata. Ogni anno quest’esperienza di soggiorno all’estero offre un’ottima preparazione per gli esami di certificazione DELF. Infatti, grazie a progetti di questo genere e a insegnanti talentuosi e appassionanti i nostri studenti riportano sempre ottimi risultati nei test.

Alle classi di Francese del 2019 auguriamo una settimana meravigliosa, ricca di nuovi stimoli e di nuove amicizie.

WALKING, OBSERVING AND STUDYING IN THE PARK

WALKING, OBSERVING AND STUDYING IN THE PARK

Durante la prima settimana di scuola i “primini” del Liceo hanno avuto l’occasione di conoscersi e fare amicizia non solo in classe ma soprattutto attraverso la partecipazione a tre giornate di escursione naturalistica. Le più importanti finalità di questo progetto sono: dare la possibilità agli studenti di scoprire le bellezze del nostro territorio, iniziare a conoscersi e a stringere nuove amicizie e, per ultimo ma non meno importante, incuriosirsi sul mondo delle Scienze, utilizzando anche qualche termine in inglese. L’attività è stata progettata e realizzata dall’insegnante di Scienze, prof.ssa Carlotta Piazza, con la collaborazione di alcuni esperti dell’Ente Parchi Torino.

La meta del primo giorno è stata raggiunta con la storica tranvia a dentiera “Sassi – Superga”, una salita lenta, quasi a passo d’uomo, che offre la possibilità di ammirare un panorama mozzafiato. I ragazzi hanno poi affrontato una camminata di circa un’ora lungo la strada panoramica, tra i boschi della collina di Torino per valutare le differenze di vegetazione tra lato Nord e Sud. Divisi in gruppi, con l’ausilio di manuali, cartine geografiche e bussole, hanno dovuto riconoscere alcune delle piante presenti e capire come orientarsi. Hanno osservato una particolare specie di pianta (Quercus crenata) di cui esistono solo 5 esemplari in Piemonte. Lungo il percorso si sono anche analizzati e riconosciuti alcuni affioramenti geologici.

Durante la seconda uscita si è osservato come viene gestito il Po in città e si è confrontato lo stesso fiume in una zona più lontana dal centro urbano, nel Parco del Meisino. I ragazzi hanno provato a riconoscere i ciottoli e i principali macroinvertebrati indicatori della qualità dell’ acqua e hanno esaminato le principali caratteristiche del fiume. Sulle sponde c’è stata la possibilità di fare bird watching, valutare l’abbondanza degli uccelli migratori e, presso l’isolone Bertolla, si è notata la garzaia.

L’ultima giornata si è svolta lungo un itinerario dal parco delle Vallere, alla confluenza del fiume Po con il torrente Sangone, al più noto e antico parco della nostra città,il Valentino, famoso per le essenze arboree storiche ed ornamentali. Gli studenti sono stati guidati alla valutazione delle specie autoctone e delle specie introdotte dall’uomo nel nostro ambiente. La camminata lungo il Po ha stimolato le osservazioni su come l’uomo abbia cambiato e stia cambiando l’aspetto dei tratti fluviali/naturali. I ragazzi, divisi in gruppi, hanno partecipato a diversi giochi di educazione ambientale finalizzati all’osservazione ed alla sensibilizzazione.

Alla fine dell’esperienza, durante la quale i ragazzi hanno dovuto collaborare, osservare, esporre insieme e, in alcune attività, anche fidarsi del compagno, i rapporti del gruppo si sono rafforzati e sono state gettate le basi per lavorare in modo amichevole e proficuo per tutti. Con lo stesso spirito di collaborazione e solidarietà gli studenti dovranno realizzare in classe una serie di cartelloni in italiano e in inglese illustrativi delle attività scientifiche svolte.

Avvio anno scolastico

Avvio anno scolastico

Lunedì 10 settembre 2018 è il primo giorno di scuola per tutte le classi di Liceo Linguistico Europeo e per la prima di liceo sperimentale quadriennale.

Le lezioni del primo giorno si svolgeranno con orario dalle 8:50 e fino alle 12:40.

A partire da martedì 11 e per tutta la prima settimana, il calendario prevede orario provvisorio con ingresso alle 8:50 e uscita alle 13:30.

Si inviano tramite e-mail alle famiglie le indicazioni necessarie sulle lezioni della prima settimana.

Buon anno scolastico a tutti !

OPEN DAY

15 dicembre 2018 19 gennaio 2019