News

Home / Archive by category "News"
Da martedì 24 ottobre  una settimana dedicata a Orientamento e Formazione

Da martedì 24 ottobre una settimana dedicata a Orientamento e Formazione

Cominciano oggi le quarte e le quinte con le attività di Orientamento Universitario al Pala Alpitour, che anche quest’anno ospita il Salone dello Studente.

I ragazzi potranno assistere alle presentazioni di atenei italiani e stranieri, cimentarsi in test attitudinali, test di conoscenza linguistica, simulazioni di test d’ammissione alle facoltà a numero chiuso e di colloqui di lavoro, e anche rivolgersi allo Sportello di Counseling per colloqui singoli o di gruppo.

La settimana prosegue con una serie di workshop per tutte e classi sull’uso corretto dei social network e sulla discussione della recente legge per contrastare il cyberbullismo, a cura dell’ Onlus Helpis di Pavia.

 

Studiare all’estero

Studiare all’estero

Martedì 24 ottobre alle ore 17:50 Deborah Gutowitz, Coordinatore dei programmi IB e GCSE della VITTORIA International School parlerà delle modalità e dei problemi del processo della scelta universitaria. Quali abilità sono richieste nella ricerca,  scadenze, esami di ammissione e requisiti generali saranno oggetto della discussione.

La scelta di cosa studiare e dove farlo è una delle prime decisioni importanti che i nostri studenti si trovano ad affrontare. Per essi, protagonisti in questo processo, è contemporaneamente stimolante e spaventoso.
Al VITTORIA vogliamo fornire agli studenti sia il supporto che gli strumenti di cui hanno bisogno per effettuare buone scelte e prepararsi al meglio alle selezioni.

La presentazione è riservata ai genitori e agli studenti del Liceo Europeo VITTORIA (classi quarte e quinte) e della VITTORIA International School (IB).

I ragazzi del Vittoria intervistano Tim Cook a Firenze

I ragazzi del Vittoria intervistano Tim Cook a Firenze

14 ottobre 2017

E’ stata Martina, della 2 A, indirizzo giuridico-economico (nel video http://www.repubblica.it/tecnologia/2017/10/13/news/tim_cook_firenze_apple-178195669/ ), a porre una delle prime domande al Ceo di Apple, accolto ieri con una standing ovation da mille ragazzi delle scuole superiori. Un incontro organizzato dall’Osservatorio Giovani-Editori per tenere a battesimo la diciottesima edizione de “ Il quotidiano in classe”,  anniversario che riguarda anche la nostra scuola, da diciotto anni coinvolta in questo progetto di lettura comparata dei giornali per sviluppare la coscienza critica e l’indipendenza di pensiero dei giovani.

Martina, portavoce delle domande preparate dai suoi compagni, è andata subito sul pratico, con una domanda proposta da Matilde: “ Perché i prezzi degli iPhone in Italia sono più alti rispetto a quelli della maggior parte dei paesi del mondo? “Sono diversi da Paese a Paese a causa delle tasse sulla vendita, che variano. Noi vorremmo che i nostri prodotti fossero a basso prezzo, ma dietro ogni prodotto ci sono anni di ricerca e di lavoro”, spiega Tim Cook a Martina. “Alla Apple, aveva appena detto Cook a Maria Latella, moderatrice dell’incontro, lavoriamo per aiutare gli altri, l’umanità. Per questo riflettiamo a lungo sui nostri prodotti. Vogliamo arricchire la vita delle persone, dare strumenti per fare grandi cose”.

Cook parla in modo semplice e pratico ed entra subito in sintonia con i ragazzi quando li incoraggia ad essere se stessi, a credere nei loro sogni, ad amare ciò che si fa, a non vergognarsi di ciò che si è. “Non bisogna aver paura della tecnologia che di per sé non è né buona né cattiva , ma deve essere umanizzate dalle aziende”.

Gli è stato chiesto di tutto: ricordi del suo rapporto con Steve Jobs, realtà aumentata, terrorismo, fake news, cyber bullismo. “Se qualcuno, anche su internet, fa qualcosa che non va bene, bisogna agire, anche a livello legale. Dovete difendervi e difendere coloro che non sono in grado di farlo da soli. Non lasciate nessuno isolato. Che sia razzismo, bullismo, cyber bullismo, comportamenti che prendono di mira persone diverse, culture diverse, religione diversa, abbigliamento diverso”.

E’ stato un pomeriggio indimenticabile, così come la giornata precedente tutta dedicata alla scoperta delle opere d’arte di Firenze, commentate dagli studenti stessi, due giornate fuori scuola ma altrettanto formative, vissute da un gruppo di studenti che sono stati all’altezza della loro “mission”, guidati dai proff. Campagnoli, Piazza e Pazzi.

 

Soggiorno linguistico a Cadice

Soggiorno linguistico a Cadice

Giovedì 12 ottobre i ragazzi delle classi terze sono partiti per un viaggio studio a Cadice, antica città andalusa patrimonio dell’Unesco. Si fermeranno una settimana durante la quale alterneranno visite guidate, stage in aziende a lezioni di approfondimento della lingua spagnola. I ragazzi sono accompagnati dalle insegnanti Aghemo e Tomasinelli del Liceo Vittoria e da insegnanti madrelingua dell’Instituto San Fernando.

cadice

STUDENTI IN STAGE DAL 24 AL 30 SETTEMBRE AL POLO UNIVERSITARIO CAVILAM DI VICHY

STUDENTI IN STAGE DAL 24 AL 30 SETTEMBRE AL POLO UNIVERSITARIO CAVILAM DI VICHY

Ha avuto inizio ieri, con l’ incontro tra studenti e famiglie ospitanti a Vichy, un’intensa settimana di preparazione alle certificazioni di lingua francese, di Alternanza Scuola Lavoro e di esperienze umane e culturali alla scoperta di una regione eccezionale nel cuore della Francia: l’ Auvergne.

IN PARTENZA PER VALENCIA

IN PARTENZA PER VALENCIA

È partito questa mattina il gruppo di studenti del nostro liceo per il soggiorno linguistico a Valencia.

Sarà certamente una preziosa occasione di approfondimento linguistico e culturale per i ragazzi con opzione di seconda lingua spagnola.

Le accompagnatrici: proff. A. Gonzales e C. Aparicio

Studenti delle terze a Cuneo per la Giornata della Cooperazione Europea

Studenti delle terze a Cuneo per la Giornata della Cooperazione Europea

S i è parlato del futuro della Cooperazione transfrontaliera visto dai
giovani, di vivere, studiare e lavorare sul territorio ALCOTRA, ieri a Cuneo,
durante una serie di eventi e laboratori organizzati da Interreg ALCOTRA, con
la collaborazione di EUROPEDIRECT Torino.

Tanti gli studenti da scuole superiori di San Remo, Nizza, Aosta, Cognin,
Torino. Dalla nostra città una classe del liceo Giordano Bruno e un gruppo
di diciotto studenti in rappresentanza delle due terze, accompagnati dal
professor Costamagna e dalla professoressa Martinelli. I ragazzi si sono
confrontati con i loro coetanei francesi ed hanno inviato a Bruxelles le loro
proposte e richieste, tra cui la promozione di iniziative sportive e culturali
tra Francia e Italia, l’offerta  di maggiori opportunità di lavoro per i giovani e più frequenti occasioni
d’ incontro e di confronto.

L’ACCOGLIENZA DELLE CLASSI PRIME  TRA  CONOSCENZA DELLA SCUOLA  E PARCHI DI TORINO

L’ACCOGLIENZA DELLE CLASSI PRIME TRA CONOSCENZA DELLA SCUOLA E PARCHI DI TORINO

Durante la prima settimana di scuola i “primini” del Liceo hanno avuto l’occasione di conoscersi e fare amicizia  soprattutto attraverso la partecipazione a  tre giornate di escursione naturalistica. Le più importanti finalità di questo progetto erano dare la possibilità ai ragazzi di scoprire le bellezze del nostro territorio, iniziare a conoscersi e a  stringere nuove amicizie e, per ultimo ma non meno importante, incuriosirsi del mondo delle Scienze. L’attività è stata   progettata e  realizzata dall’insegnante di Scienze, prof.ssa Carlotta Piazza, con la collaborazione di alcuni esperti dell’Ente Parchi Torino.

La prima giornata è stata la più impegnativa perché i ragazzi hanno affrontato una camminata di circa un’ora lungo la strada panoramica, tra i boschi della collina di Torino per valutare le differenze di vegetazione tra lato Nord e Sud . I ragazzi, divisi in gruppi, con l’ausilio di manuali, cartine geografiche e bussole hanno  dovuto riconoscere alcune delle piante presenti e capire come orientarsi. Hanno osservato una particolare specie di pianta (Quercus crenata) di cui  esistono solo 5 esemplari in Piemonte. Lungo la strada si sono analizzati e riconosciuti alcuni affioramenti geologici.

La seconda giornata si è svolta presso il parco storico cittadino Valentino, famoso   per  le essenze arboree storiche ed ornamentali. Gli studenti sono stati guidati alla  valutazione delle specie autoctone e  delle specie  introdotte dall’uomo nel nostro ambiente. La  camminata lungo il fiume Po  ha  stimolato   le osservazioni su come l’uomo abbia cambiato e stia cambiando l’aspetto dei tratti fluviali/naturali. I ragazzi, divisi in gruppi, hanno partecipato a diversi giochi di educazione ambientale finalizzati all’osservazione ed alla sensibilizzazione. Ogni gruppo ha esposto ciò che si era visto il giorno precedente in italiano, inglese e spagnolo.

Nell’ultima giornata, presso le sponde del Po, di fronte  alla diga Michelotti,  si è osservato come viene gestito il fiume in città e si è confrontato lo stesso fiume in una zona più lontana dal centro urbano nel Parco del Meisino. I ragazzi hanno provato a riconoscere  i ciottoli e le principali caratteristiche del fiume. Sulle sponde c’è stata la possibilità di fare bird watching, valutare la ricchezza degli uccelli migratori e presso l’isolone Bertolla si è notata la garzaia.

Alla fine dell’esperienza, durante la quale i ragazzi hanno dovuto collaborare, osservare, esporre insieme ed,  in alcune attività,  anche fidarsi del compagno, i rapporti  del gruppo  si sono rafforzati e  sono state gettate le basi per lavorare in modo  amichevole e proficuo per tutti.

La seconda A “incontra” il presidente della Commissione Europea  Juncker

La seconda A “incontra” il presidente della Commissione Europea Juncker

E’ stato un incontro virtuale, ma non per questo seguito distrattamente, quello della II A con Jean-Claude Juncker, avvenuto ieri in streaming presso il Centro EUROPEDIRECT di  Torino, ospitato da palazzo Cisterna, il  prestigioso edificio storico di via Maria Vittoria 12.

Gli studenti hanno seguito con molta attenzione il discorso sullo stato dell’UE. Hanno fatto previsioni  sui principali argomenti  che, secondo loro sarebbero stati toccati, e ci hanno azzeccato in pieno. E hanno  dichiarato la loro adesione o le loro perplessità rispetto alle proposte avanzate. Per il presidente della Commissione Europea l’Unione del futuro dovrà correre a una sola velocità, con un super presidente UE, una politica industriale,  un super ministro del Tesoro, una difesa, riforme con voto a maggioranza qualificata, uno spazio di libertà, parità e uguali diritti per tutti.

Le parole più applaudite?  “I Paesi dell’UE devono applicare la forza del diritto e non il diritto della forza”.

AVVIO ANNO SCOLASTICO

AVVIO ANNO SCOLASTICO

Lunedì 11 settembre 2017 è il primo giorno di scuola per tutte le nostre classi di Liceo Linguistico Europeo.

Le lezioni del primo giorno si svolgeranno con orario dalle 8:50 e fino alle  12:40.

A partire da martedì 12 e per tutta la prima settimana, il calendario prevede orario provvisorio con ingresso alle 8,50 e uscita alle 13,30.

Le famiglie hanno ricevuto orario delle lezioni per tutta la settimana, con istruzioni specifiche per le suddivisioni delle classi sulle materie di indirizzo.

Buon 2017/18 a tutti quanti